Del? Ideale di Tiziano ; Enna Tiziano molto poco d'Ideale nel Disegno. Nel Chiaroscuro n, ebbe abbastanza per intendef 1a Natura , non pero tanto come Correggio , PQiQhE il di lui Chiaroscuro non e che all'ingrosso, e genera. le. Nel Colorito fu molto piu Ideale per aver ben conosciuto il carattere, e il grado di ciascun colore, come anche il luogo proprio d" applicarlo. La scien- za di porre un panno rosso in preferenza d' un az- zurro, cc. non e si facile come si crede; e questo e quello, che seppe far Tiziano a maraviglia . Egli in- tese anche benissimo l'armonia de' colori, che e una parte Ideale, e che non si vede nella Natura se pri- ma non e compresa dalla immaginazione. Lo stesso dico del Chiaroscuro; poiche la degradazione de' lu- mi non ha in Pittura la stessa forza che nella veri- ta: il medesimo accade per l" armonia , e per i co- lori, dove la pura imitazione non serve a niente. Perloche Tizianoessendosi reso tanto eccellente in queste parti, si conchiude, che ebbe in esse molto Ideale. In quanto alla invenzione fu molto sempli- ce, e ordinariamente non vi penso al di la del ne- cessario, e per conseguenza non vi pose niente d' Ideale.