Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Cenni storici intorno al rè dei musicali istrumenti l'organo e breve descrizione della sua struttura
Person:
Scoffiero, Celestino
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/image/lit39812/10/
10 
Per dimostrare come dovessero essere in quell’epoca ancora imperfetti 
gli organi ne basti il dire: che ancor più tardifcioè nel secolo VIII, 
i tasti del mannale (1) dell’organo venivano, dagli organisti, abbassati 
non già con le dita, corne si costuma ai nostri tempi, ma bensï a colpi 
di pugno o di martello, e ehe l’organo di Winchester, fatto costrurre 
più innanzi, Yale a dire nella meta del secolo IX, dal Yescovo Elf ego, 
constando appena di 400 canne (in parte, forse, di stagno e di piombo) 
aveva 80 mantici, i quali venivano messi in moto da 70 persone ehe 
sebbene fossero assai robuste tuttayia ne sudayano di fatica. 
L’introduzione generale dell’organo nelle chiese e nei conventi d’I- 
talia, di Francia, di Germania e d’Inghilterra, non data ehe dalla fine 
del secolo X e dal principio dell’XI; ma F epoca in cui Forgano co- 
minciè a perfezionarsi, e ehe di certo si fabbricaya in parte con canne 
di stagno, piombo, e legno, data verso la fine del secolo XIV. 
Al genio religioso Cristiano doveva spettare sempre il merito inventivo 
della perfezione d’un tanto istrumento, e lo dimostra il fatto ehe, nella 
sovracennata epoca, un prête alemanno il quale occupaya il posto d’organista 
in una delle sontuose Chiese di Venezia (del quale ignorasi il cognome ma 
ehe era conosciuto sotto il nome di prete Bernardo) inventé la pedaliera. 
Dopo una taie invenzione Forgano acquistè sempre maggiore valore 
e precisione mercè del valentissimo costruttore Urbano, da Venezia, il 
di cui capolavoro si ammirava nella cattedrale di Treviso; organo ehe 
servi d’esperimento al nobil Conte Giordano Biccati per i di lui studj 
sull’acustica, proclamandolo perfettissimo nella sua opera, che ha per 
titolo : Schediasmi sulle corde ovvero fibre élasticité, stampata in Bolo¬ 
gna nelF anno 1767 nella stamperia di S. Tommaso d’Aquino. 
Sul principio del secolo XV la fabbricazione degli organi andava ac- 
quistando viemaggiormente perfezione, e si cominciavano a separare i 
diversi registri gli uni dagli altri, e ad imitare in ognuno dei mede- 
siini il suono di differenti istrumenti. II registro Regale, come abbiamo 
veduto, fu il primo ad essere inventato, perö non si sa da chi; i Te- 
deschi in seguito inventarono vari altri registri fra i quali Voboe, il Cro- 
morno, ed il Bassone. 
Durante il poc’anzi citato secolo vennero pure aggiunti all’organo 
altri important registri cioè : di trornba, di voce umana e di tremolo; 
perciö non tornerebbe nemmeno a conto di accennare come nelle preci- 
tate due epoche (cioè nel XIV e XV secolo) la tastiera dell’organo ve- 
nisse toccata, dagli organisti, solamente con le dita. 
(1) Manuale è lo stesso che dir tastiera.
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.