Bauhaus-Universität Weimar

Fisica. — Un harmonium colla scala matematicamente esatta. 
Nota del Socio Pietro Blaserna. 
« 1. Dal punto di vista purameiite teorico non vi lia dubbio alcuno, ehe 
la scala equabilmente temperata, dalla metà del secolo scorso in uso, debba 
riguardarsi come insufficiente ad una buona esecuzione musicale. Essa fu 
introdotta per bisogni di pura pratica, per rendere cioè piii semplice 1'ese¬ 
cuzione in mezzo aile moite e svariate esigenze, a cui ha dato e dà luogo 
il grande svolgimento dei pensieri musicali nella musica moderna. Ma essa 
ha il difetto di transigere su moite cose e di trascurare metodicamente una 
quantità di finezze, che l’orecchio pur sente ed ha diritto di reclamare. Essa 
81 
considéra l’intervallo di un comma pitagorico come trascurahile, abo- 
o(J 
lisce la distinzione tra il tono intero maggiore e minore e tra il semitono 
maggiore e minore; divide quindi 1’intero intervallo di una ottava in 12 se- 
mitoni tutti eguali ed ha cosi creato un tipo di scala, sorprendente per la 
sua semplicità, ed anche per il grado di approssimazione ehe raggiunge. 
« Non deve far quindi meraviglia, se essa ha conquistato tutto il ceto 
dei musicisti, molti dei quali ignorano perflno la vera sua origine e la con- 
siderano, non come una transazione tra le moite difficoltà pratiche dell’ese¬ 
cuzione musicale, ma come 1’ultima espressione della teoria. E ad essa infatti, 
ehe si deve il rimarchevole sviluppo della musica istrumentale in genere e 
degli istrumenti a fiato in ispecie, istrumenti ehe nel secolo scorso erano 
addirittura primitivi e sono ancora oggidi molto imperfetti, non ostante le 
vere e moite trasformazioni che hanno subito. La grande semplicità di questa 
scala ha poi procurato alia musica un forte numéro di esecutorî, artisti e 
dilettanti, e le ha dato quell’alto grado di popolarità, ehe la controdistingue 
dalle altre arti sorelle e costituisce, insieme, e la sua forza e la sua debolezza. 
« In alcune Note precedenti ([) ho cercato di dimostrare, come questa 
scala abbia fatto il suo tempo, e come sarebbe desiderabile una soluzione 
piii esatta dell’arduo problema. Il ritorno puro e semplice alla scala mate¬ 
maticamente esatta sarebbe impossibile, perché questa non forma un ciclo 
chiuso. Yolendola adottare, si dovrebbero imporre certi limiti alia composi- 
zione, limiti punto compatibili colle enormi evoluzioni tonali, ehe la musica 
(!) Vedi Rendiconti della R. Accademia dei Lincei: 6 dicembre 1885, 7 febbraio, 
2 maggio, 16 maggio 1886, 4 settembre 1887.
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.