Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vita Del Gran Pittore Cavalier Co: Carlo Cignani
Person:
Zanelli, Ippolito
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1698793
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1699168
16 
le , che quando , nel congiugnimento di cofe diverfe in un 
corpm procede con accuratezza si grande , e con si fino 
lavoro , che Focchio non puo difcernere , ove le parti in- 
{ieme congiunte comincino infieme a congiugnerli. Nel 
lato {iniPrro della Finelh-a medefima lotta Amore con Pa- 
neaqieftiegia vinto , diitefo a terra, e trafl-itto; e in, 
pena d' aver difprezzata la poffanza d' Amore e condannato 
3d amaf fCmPfC a fCHZa fperanza di mai elfer gradito , la. 
Ninfa Siringa , che poco diltante coll' Arco in mano fe ne 
tra fedendo, e ollervando la fine di quel contrallo. In un 
Medaglionea chiaro fcuro fopra una porta della Camera 
Amor bendato il fa portare a volo daIPAquiIa, e BcrettO 
in pugno 1' accefo fulmine di Giove, va fallofo, e fuper- 
bo , per aver tolto colla fua forza lai Minillra , e 1' armi al 
Tonante. Nell'altro limile Medaglione fopra l'altra por- 
ta Amore col Dardo nella dellra , e colla Face nella finillra 
liede baldanzofamente ful Globo terrellre , "vantandofi ch' 
ei col fuo Strale trionfa di tutti gli Uomini, e che il {uo fo- 
coe lo fpirito, e l'anima deIFUniverIo. In quella inge- 
gnolillima fatica adopero, Carlo per abbozzare il frefco i 
due fuoi valenti Difcepoli MarcantonioErancefchini , e 
Luigi Quaini ; il giovinetto Felice fuo degno Figliuolo im- 
piegando pofcia nel dipignere , e nella Quadratura del Ba" 
{amento fotto le cornici prevalendofi del bravo Tommafo 
Aldrovandini . (bi lavoro veramente Carlo di vena , e di 
fantalia. (Lmlla Ptanza e rinomatillima per tutto. Non. 
ve Profellbre, oInrendente di Pittura, che in paffando 
per Parma non voglia vederla : e molti a folq oggetto di 
vederla ci vanno. Nel paragonar queiio Dipinto con quel- 
lo delle Volte fatto dall'altro famofo Maellro piu {e ne co- 
n0fceil pregio per la vaghezza del penfiero , e per la no- 
bili?! Clellavoro; e la grandezza" del paragone ifleffo ferve 
maggiormente alla gloria del nollro matra-vigliofo Pittore . 
 C011 quello titolo folea fempre chiafrrriifrlo il Serenillimo 
RanIJCCIO II- ognivolta che trattenevafi a vagheggiar quel 
 Di- 
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.