Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vita Del Gran Pittore Cavalier Co: Carlo Cignani
Person:
Zanelli, Ippolito
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1698793
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1699100
ro 
trappoile con un giuoco d' ombre , e di lumipaffanti, cosi 
loingrandxfcono, che nel veder quel medefimo anguilo 
lito , {i Concepilce quafeffer debba il valhflimo della idea- 
ta gran Fabbrica. Tutte Yaltre parti nobiliflime, e con- 
dotte con profondiflimo difegno, e con tremendo colorito 
rendono veramentetquefc" Opera fingolare, e maraviglio- 
fa. L? Qvato dell" Ufcio all' incontro e d' altro Maeltro . 
l'amo piacque a quel Sereniflimo Porporato la vaga , e, 
iublime maniera di Carlo, che terminata la Legazione. 
volle (eco condurlo a Roma per fargli dipigner la Sala del 
proprio Palaazo ; ma varj molelli avvenimenti il penfiero 
di quel Principe altrove rivolfero".  
Non percio pote Carlo di la si folio partire , com'ei bra- 
mava . Convenne arrenderfi alle preghiere d'alcuni tra i 
molti, che prevenuti dalla fama di lui volean pur qualche 
cofa della Maeitrevol fua mano. In San? Andrea della... 
Valle dipinfe idue Laterali della Capella Maggiore : e , 
perifpedirfene , prefe {eco allavoro 1' accennato TaruH-i . 
Delle altre poi fue proprie fatture ebbero il vanto due Ve- 
neri, che da Lui ottennero due riguardevoli Perfonaggi . 
Le formo egli diverfe nella languida pofitura , e ne" vezzo- 
fi atteggiamenti; ma cosi fimili nell' aria luiinghevole , e 
nella bellezza de'lorfembianti , che ben {i vede , che fon 
due Veneri , eben {i conofce , che fon del Cignani . S' ac- 
crebbe ne' Romani per le Nobili, e belle Opere fue il con- 
cetto del fuo valore, e per gli umani piacevoliflimi modi 
fuoi s" accefe in loro verfo di elfo una {lraordinaria affezio- 
ne; onde quando dopo tre anni di fua dimora in Roma lo 
xichiamarono alla Patria i fuoi affari, lafcio in tutti quel- 
li, che avean conofciuta la maeflria del fuo Pennello, e, 
la foavita de'fuoi tratti, unfardentiflimo defiderio non. 
1116119 di aver delle cofe {ue , che di trattare con Lui - 
P113 3112919 era ne' Bologneii un si vivo defiderio: e Per- 
Cifi indlclbllfila giOia , Con cui 1' accolfero al fUO ritor- 
no. Ma negli accoglimenti , quante iltanze de' Nobili, e 
de'
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.