Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1539597
36- VITE DE! PITTÄ, SCULT.; 
punirlo; andarono a ta1' efYetto alcuni Sergenti Spagnuoli"; 
per farfelo confegnare; 1 quah entrati arrogantemente armati, 
ed in forma oPcile nel Palazzo, infofperrirono fortemente 1c 
guardie, che Pzimarono effer ufficio di Ior fedelrä 1' opporfi 
con vigore alla coloro infolenza; e perö malmenandone al- 
cuni con ferite, ed alcuni altri uccidendone , Obbligarono i] 
IePcante alla fuga: accidente, che pofe 1a cittä tutta in com- 
mozione , e fpecialmexxte cagionö grande fcompiglio nel fud- 
detto Palazzo , dove in quelF ora trovavaü a cafo col fuo 
Luca il buon Genitore , che in quella confuüone perdette 
di viG-a 1' amato Hglio; e temendo di qualche funeüo incon- 
tro , anfiofo ad alta VOCC Chiamavalo: ma non udiva rifpon- 
derii; onde piangeva per 10 eordoglio . Continuö in tal aHiiziQ. 
ne {ino a1 ceüar del romore; dopo del quale ritrovatolo , ed 
aHicuratoü , che non avea fofYerto alcun male , pien di Con- 
folazione , e di giubilo riconduffelo a cafa . 
Dipinfe Giovanni a frefco , e ad olio con maniem aßa; 
vicina alla perfezione de' migliori MaePcri. Ma {iccome dellq 
fue ravole ad olio non {i puö in quePco luogo dar norizia. 
(Pranteche bifogna averla, oifervancio le medeüme tavole con 12 
guida di qualche efperto conofcitore de i Hni tratti di quelle) 
cosl nennnen de11' Opere, che eifece a frefco; poiche o fu- 
ronb confumate dal tempo , o {ituate fono ndluoghi della. 
Riviera . Altra di quelle a frefco non fa prefenremenre rife- 
Iirne 1a mia penna , {e non che la facciata d' una cafa prem 
alla Chiefa di S. Domenico (a) . Egli difninfe cola dichiaroa 
fcuro gli ornamenti delle HnePcre , ed a cune Hgure grandia 
e piccole, Ente di bronzo con varj medaglioni , e certi fregA 
di moPcri marini: 111 tutto maeftrevolmente pennelleggiaro 
 I1 tempo dißruggitor 'd' ogni cofa ci lafcia incertidelfan 
no , in cui 11a morto Giovanni . Dal ritratro , che di luf 
fece Luca fuo üglio, 11 qual ritratto ho piü volre veduro 
ehiaramente {i conofce , che egli dovette arrhrare üno a11'u1- 
tima vecchiaja: degno in vero degli anni di NePcore . 
VITA 
U) Con 1a Perdita del jriferito a frefco abbiamd anche perduga 1' Opel-a, quaii di 
m1, unyca, che d_1 queW Autore ü vedeffe fra nor; polche di Tue mvole ac 
0110 nonne ho mal veduto. Tengo bensi appreffo di me m1 fuo difegng a." um 
S. Margherita a penna tocco d] acquerello; ove fcorgeß quanto il Cambiafa foili 
imitator di Perino , a1 quale mrca- 1a fcuola Genovcfe molm deve , per eßere 
{Tara da. lui meßfa iulla itrada de! blwn 81-1110 m! diiegnage , e diPiIIgere . 
m 
 
D1  
GIOVANNI 
Quasmso ,
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.