Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1543064
ED ARCHIT. FOREST., CHE ec. 383 
La mia penna non vale a defcrivere 1' energia , e la {quill- 
tezza di quePca pittura , la qual fola ballerebbe a render pre-  
ziofo quel palazzo , ed immortale 1a gloria. del Vaga ._Io porto i 
opinione, che lo Pcelfo Raf-Faello con vivezza magglore non D, 9,1550 
avrebbe tratmto un rale argomento; e fe egli s": iatra Opera BQNACORSI: 
Vedcr poteife, e di eITa udirne l' Autore: gran piacer fenti- yläfffu 
rebbe d' avere inllruito , e formato un si eccellente Difcepolo. VAM- 
Comigue a quella fala fon quatrro camere ornate d1 (lucchi,  
edilgrorrefche, parimente con cvlibfegni dcl Vaga . Egli v' ef- 
prelfe in piccolo alcune favole Prele dalle Metamorfofi d; Ovi-g 
dio. Dopo quelle camere avvl unaä galleria , nel cui mezzo 
Egurö una Fama, ed alcupi grazioh putti. Quatrro altre, 
camere , che li ilendono Aalla_ parfe oppoüa del palazzo, fu- 
mno anclf efTe dipinte con d1fegn1 d' eilo Vaga . Ma in quelle 
fi valfe molro dell' opera di Lucio Romano, e di qualche 
bravo Pittore lombardo. In fomma 11 puö direhon eilervi 
colä parete , o volta , in cui non liano lavori della mano  
di quello valenrilTuno Artefice .  
Per ulcimo non debbo taccre, che neIPeHerior facciata 
del fuddetto palazzo da quella parte , che guarda verfb il mare, 
ei fece un lregio di putti cosä leggiadri, e villoli, e in si 
varj , e naturali atteggialne-nti ; che poterono poi {ervir d'efem- 
plare a molti nolln Plttori, in occorenza d' averne a dipin- 
gere. (a) 
Non H puo dire con quanro afFetto fofle il Vaga riguarj 
dato dal Pnncipe; dalla cui liberalirä riportö femprenuai 
fplendidi guiderdoni. Quel Signore in tanta Prima 1' avea, 
che niuxma cofa in genere dornamenti , o di arredi delibe- 
ßrava, {e prima non ne udiva il parere di lui . E gli fecQJ 
{in fareidifegni d' alcune poppc di galee, che furono egre- 
giamente incife da due lntaghatori Horexmtini cognominari 
Carota, e Taflb: {iccome ancora da lui volle idiieg-ni d'al- 
cuni arazzi rapprefentarivi d' eroiche azioni- defcritre da Vir- 
gillo: evolle, che gli dipingelfe glißendardi di dette galee. 
Nocabili vanraggi avrebbe riportato il Vaga, e quindi affai 
migliorata la fua condizione [che ben meritavalo]; fe aveffe 
 fecondaro 
(a) Cogegäggn grandimma della Picrura. quelP inügne fregio e nramai afmra
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.