Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1542293
 
 
D: 
ANTQNXQ 
TRAVI . 
3.06 VITE DE' PITT., SCULT., 
cofe Gmili in lontananza; divenne in ral genere eccellenre, 
e famofo a1 pari del Wals . Anzi queßa dote egli ebbe fu- 
PCÜOIC 41 COÜHi; che dove coüui non del tutto felicemente 
riufciva ne1l' introdurre enrro i fuoi quadri Hgure; egli a11' OP- 
pofito, COIIIPOHCIIÖO le Iue pitture di paeü, e di profpetti , 
abbellivale con elegantißime Hgurine difpoüe, e colorite, 
fullo Pcile Srrozziano, che molto dilettavano, ed invaghi- 
vano 10 fpettatore . 
Io non {aprei noverare Ie tavole, che il Travi dipinfe, 
rapprefentative di deliziofi paefi, e di {uperbiITune architet- 
ture con quelle giunte di figurine, in leggiaclri atteggiamezuti 
Qrdinate ad accrefcer 1' amenila, e 1a vaghezza 'dell' Opere . 
So, ch' egli dovette lavorarne moltiüime per commiflioni di 
primarj Cavalieri di queßa , e d' altre cirta; e gli furono 
altsunente lodate , e liberalmente riccnnpeniare . 
Fu. quefto Pittore rifoluto, e franco nelP-operare; tal- 
che in poche ore, anzi talvolra in pochi colpi, rerminava 
un quadro; il quale avvegnache di iinimento, e di accura- 
nzzza mancaffe; abbondava perö fempre Jintelligenza , edi 
maeßria: ciö, che parimenteixpuö dirfi delle fue figurine. 
Erano anche queüe con pochi tratri di pennello formate: ad ogni 
modo {i riconofcevano fempre per tarture d'un efperro Profeilbre. 
Egli in oltre fu un puntualifümo imitatore della natu- 
m; nulla mancando a quanto nelle lontananze richiede 1' 0c- 
chio, (si per gli fcorti, si per 1a giuFta diminuzion degliog- 
gerti, e däcolori: e tal pratica col lungo, ed aiTlduo efer- 
cizio s' aveva acquiihta; ehe baPcavagli aver 11113, {O13 volra 
veduto un paefe, 0 una fabbrica , o lunghi Hlari di colon- 
ne, o d'a1beri, o  fomiglianti oggetti , per {erbarme ga- 
gliardalnente impreßa 1' idca; e rali cofe non piü prefenti 
cosä efattamente ritrarre, come {e tuttavia le teneffe dinanzi 
agli occhi . 
Ma la troppo divulgata fama di lui gli recö pregiudi- 
zio . Tanto e vero, che anche le cofe buone voglion eilere 
moderate. I1 pregiudizio gli avvenne fenza fua colpa: {b 
pur colpa non e 1' aver gran perizia in un' Arte . In fomma 
gli avvenne: e fu? ehe la Reife. fama gli fece arrivare dän- 
moltß parti commlüioni d' indifpenfabile impegno; per? 1c 
  qua 1
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.