Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1542238
300 
VITE 
SCULI, 
DI 
9 
GIO. MARIA BOTTALLA 
DETTO- IL RAFFAELLIN O ,  
Pirwre . 
  In , e foffegno delle bell' Arti e ilfavore de'Grandi-. 
 Quantiabili ingegni nati per quelle {i farebbero nella 
lor baITa fortuna pcrduti, fe 1a mano beneHca d' um 
generofo Mccenate non gliavefTe elevati, efoccotfi. 
Giä in ordine alla Pittura feci" d' alcuni näprecedenti fogli 
racconro . Gio. Maria Bottalla a quelli debbo qui aggiunw 
gere; dacche 1a ferie del tempo porra , che or di lui parli 
 CoPcui nacque in Savona nel febbraio delFanno 1613. 
Francefco nomoffr il fuo Genirore, Cittadino di poche foüan- 
ze, m21 di molto- onore. Crefciutogli il figlio, e competem- 
remenre abiliraro nelle lettere , pensö d' applicarlo a quellai 
Profefiione, che ad eHb Hglio piü deiTe nel genio. Poiche 
intefe Iui dfere unicamente inclinato a imparar 1a Pittura; 
non indugiö .a fargliene prendere gli erudimfenti. Indi ( giac- 
che vedevalo ben avanzarfi, e in di-fpofizione dYuna. egregia 
riufcita) , con quel fumdio, che pote, mandollo a Romee, 
a profeguire 1' imprefo Hudio.    _    
 _In quella- impareggiabil cittä il giovanetto G10. Ma1'1a_. 
tanti grau ProfeiTori  e Maellri praticando, e. tanpi ileluPcriu 
efemplari antithi , e moderni contemplando, eccitö viva- 
mente 10 fpirito ; e a forza d'un ferio operare, copiare, e 
imitare , fecondato dal valor dell' ingegno , aiTai proßttava . 
Ma 1' anguPcia , in cui trovavail, a cagion della fcarfitä di 
fue provvifioni , TpeHb opponevafi a' fuoi maggiori progreiii. 
Si diede intanto Ia congiuntura , ch'eg1i doveße pre- 
{entarfi a1 Cardinale Sacchetti  il quale in vederlo , ed 
 UdiIIO 
(a) II Cardinal Giulio Sacehetti Fiorengino fu promoifo alla Sacra Porpora da 
Urbano VIII. 1' aglno 1626.: e mori  nel giugno de! 166;. in etä d' anni 76. 
Fu Soggetto dornßimo, e di Pittura fomlnamellte vago : egli tanto amö il 
Raffacllino , che non Qefsö mai di beneßcarlo . NE: contento d' effergli eH'o_ 1111 
perpemo Mecenaze , ghene proccurö ancora deglx altri; fraß quali il gaxäicflla-l 
  y ar 
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.