Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1541492
.226 
VITE 
SCULTH 
perfeverö: e in quella Horita fcuola fra molti de' fuoi con- 
clifcepoli I1 dillinfe . Ma il defiderio d'andare a Roma non 
 gli era fvaniro; anzi col crefcer de11' erä gli era maggior- 
 menre crefciuto; freche non ceifava di fcrivere, e prefentar 
DQMENICO fup liche al prefato Monfignor Salvago 2 acciocche {l degnaITe 
F'AS'L"' difgrli un' altra volta mediatore apprello del Padre pel com- 
pimento della bramata grazia ; e per vie piü obbligarfi quel 
fuo parziale Prelato, gli fece il ritratto: cofa, ehe ineon- 
trö molta Prima , e 41er ultimo impulfo all' ailäre . Perocche 
quel Monfignore fommamente gradillo, e volle , che il Fia- 
fella Padre fr conrenrafle di confolare un s'1 capace flglio 
con permettergli , ehe andaife a Roma a perfezionaril . 
Incredibil fu l' allegrezza del Giovanetto all' avvifo della 
paterna licenza: ne tardö a merterfi in viaggio , quail anno- 
iaro di Genova; non perche grandifllma Prima non faceffb 
del Paggi , da cui ranto "apparatq avea; ma bensi perche fa- 
peva, che andava a trovare maggior numero d' eccellenti 
Artefici , e avedere nelle quivi adunate pitture, e fculture, 
le piü fpeciofe maraviglie dell'Arte . 
Giunto a Roma, 1' unica fua premura fu d' infor- 
marfi delle Opere de'piü infigni Pirrori, e Sculrori s": mo- 
derni , che antichi: indi aquelle i] faceva guidare , e gl'in- 
teri giorni confumava nel contemplarle, talor anche copian- 
dole , e talor componendo altre cofe fulla maniera delle da. 
fe giä vedute. P'requentava 1' Accadcmia del Nudo, ecol- 
tivava l' amicizia ddpiü valenti Profeffori del difegno, e del 
colorito . Ma fopra tutto le pitture di Raflaello erano il fuo 
idolo , e il fuo primo oggerro d' lmlIäIZlOIIC . 
Dopo qualche anno diferio, ed ailiduo Pcuclio, accom- 
pagnato dal felice ingegno, infervorato dalla natural pro- 
penfiorme, ed agevolaro dal comodo di tanti maravigliofi 
efemplari, H fentl il noflro Fiafella in illato di farfi onore 
in quella Metropoli del Mondo . Dipinfe per tanto in uns... 
ravola il Millero della Nativitä del Signore; e fenza palefar 
di chi foife 1a pirrura, 1' efpofe alla pubblica Villa in occa- 
{ione di certa Tolennitä, che celebravafi in Santa Mariadella 
Scala . Grandi eneomj riporrö 1a be1l' Opera da chiunqne 
1a vide , e maffunamente da-' Profelfori; frzfquali unrä Iu 
 Gui 0
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.