Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1541051
182 VITE DE' PITTUASCULT," 
a ogni poqo lagnavaü di fentir mal odore. Or s' io tuttb 
raccontar voleili le fcrupolofä: delicatezze di collui , non nc 
______verrci -a capo in Parecclqie miglia . 
"TSTEQII" Pure con s'1 overch1a , cclaflettata Cüra della nettezza, 
Cngmßmco traboccq _que{lo Pittofe nel fudmiumg, e nella rgafcuraggine: 
A Eummxu-z-l Iud1c1ume; perche ma1 non perm1fe , che ghfoife fcopara, 
larcamera , in cui dormiva , nä che alcuno v' entrgiTe, äaer ri- 
fargli il letto, o mutarvi le lenzuola; ciö , che iece a- fe, 
c pochiülnue volte in fua vital: nella trafcuraggixme poi traboc- 
cö; perchä, vivendo cosl relljio , nemmen 11 curava di morire 
con qualchc aflillexmza: comc efporrö qui appreHo. 
Fu un giorno aifalito da mortal iebbre , alla quale ten- 
rö di refiücre fenza volere nä fermarfi in letto , nä far chia- 
mare il Medico . G11 Amici fuoi , ecl i Giovani di fcuola, 
che non 10 abbandonavano in tale {lato , 10 rrovaron poco dopo 
tanto ellenuato di forze, che non potcva alzarfi in iedi: 
onde con aPFettuofa maniera 1' efortarono, che, volefll-z) pur 
coricarü. Ma egli non volle ubbidire . Ritornato il d'1 ve- 
gnente un di que' Giovani; e intendendo , cheil Maellro era 
chiufo in camera, s' accollöl all' ufcio, e di lä interrogollo di 
fua falute . Con voce Hevole gli rifpofe il Pittore: Sro meglio. 
Pregollo il Giovane , che VeniITe ad aprirgli: ma non fu efau- 
dito . Verfo 1a fera ritornö quelli , e nuovamente chiefe 
dall' ufcio al Maellro , come fe 1a pafTaiTe; a cui egli con. 
voce ancor piü üevole , e-con lingua impCdiI-H , C Cpnfufa. 
rifpofe alcune parole, che non bene s' intefero. Da clö s'av- 
vide il prudenre difcepolo , che non doveafi piü differire il 
ricorfo al Paroco . Laonde ito in fretta a chiamarlo, e con- 
dottolo all' ufcio delfinfermo; queüi dopo molteinßanze fi- 
nalmente sünduffe ad aprire. Enrrato il Paroco nella camera, 
efbrtollo a prendere qualche riPcoro: il che da1l'infermo a_. 
grande Pzento efeguilli; poichä non avea quafi piü forza d' in- 
ghiottir cibd. Volle tuttavia mollrar coraggio in accompa- 
gnare il Paroco , c falir da per fe 1a fcala , liccnziato avc-n- 
do a tal etfetto i1 Giovanc; il quale perö non Hdandoii di 
lafciarlo in abbanclono , pian piano gli renne dietro {ino alle. 
camera: ove giunto 1' infermo,tentö di chiuderla: ma in qifi 
faxe llramazzö per terra, .i Accorfe fubitQ '11 Giovane: 10 fpoäll?" 
  10 PO C
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.