Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1540651
142 
VITE 
PITT, 
SCULT., 
ammg 
Dxußmx- 
TOLOMM EO 
GACLIARDO . 
fortuna. Imperocche Clöpo un lungo travaglio d'Operaj , 
e uxfilnmenfa fpefa di que'Cittadini , effendo 1a il lavoro 
quali ünito , quand' egli credeaü vicipo all' acquiäo di copiofa 
nmunerazione, e d'imn1ortal glorla: rovinö improvvifa- 
mente la flrada, che per avventura 11011 avßa nella tellug- 
gine il faiTo compoflo turro d'un pezzo ; ne ciö pomL. 
dall' arte conofcerü . Cosl rimafe il Gagliardo ingannato delle 
fue fperanze , difonorato, odiofo aque' Cittadini , fcopo delle 
loro maldicenze, ed in pericolo d'e{l"er uccifo. Laonde prefe 
partito di nafcoilamente fuggirfene, e metrerfl in falvo . 
Tanto fece: e pafläto in Europa, a Genova ritornoflene. 
 Nel fuo ritorno portö feco notabil fomma di danaro, 
che in quelle parti per altre Tue Opere avea guadagnato: 
ma non {eppe mifurarü nello fpenderlo. Eperö tra conviti, 
giuochi, ed altri- piaceri in breve tempo confuntß quanto 
avea . G11 Amici fuoi, mentre il vecleano sl fmoderatamente 
fpendere , e gettar via, fpellb 1' ammonivano , che faceflh. 
meno fcialacqui, e {i riferbafle qualche cofa per 1' erlz avan- 
zata, e impotente . Ma egli folea rifpondere, che baHavL. 
gliene avanzafle tanto , quanto foiTe neceilario per comperare 
un' urna di terra cotta clariporvi il fuo cadavere, e tanra 
quanriträ. cli calcina da confumarlo. 
Poffedeva quelle Pittore a1 pari di qualunque altro ipre- 
cetti dell'Arte {ua, e difegnava Cccellentemente dal natu- 
rale con rifentita, e grandiofa maniera ad imitazione di Mi- 
chelangiolo . Intagliava anche _c0n molra eleganza in rame: 
del che ne abbiamo un {äggio nel fuperbo frontifpizio , che 
lavorö per 10 libro delle Hlofoüche concluiloni difefe dal Sig. 
Gafpero Oliva Eglio del Sig. G10. Tommafo , di cui era il Ga- 
gliardo molro intrinfeco amico . Anzi dipinfe con leggiadre 
Hgurine la facciata clella cappella, che queflo Signore fab- 
bricata s' avea nella fua Villa d' Albaro . Opere , che tutta- 
Via {i mantengono illefe dalle ingiurie del tempo. 
 Per dire quanto e venuto a mia nonzia del Gagliardo, 
foggiungerö ancora, ch'egli fece alcuni lavori al fuo foliro 
guflofi, e maeftrevoli in cafa del Sig. Gioräio Centurione, 
Mancö Hnalrnenre quello Pittore circa "anno 1620. do- 
po eITere vivuto alcun tempo_ {lorpiato per 1a caduta, Chb 
fece da un ponte , mentre dlpmgeva. VITA
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.