Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1540364
E13 ARCHIT. GENOVESI.  n; 
Publilico" con quattro alrari Gcntiluomini Genoveii , nel 1x88. 
intervenne a11' importantifiimo trattato di pace, che {i con- 
chiuf: fra Genova, e Pifa . Lafciam ciö da banda: e profe-_ 
guiamo individualmente ful noPcro foggetto . Gio. Batrißa." 
Paggi, c01n'io diceva , fu Nobile, ma infieme fu Virtuofo 
nelle tre Profeflioni, che han dato a me motivo di compi- 
larc quefF Opcra: e fpecialmenre in Iommo gradopoiTedettc 
1a Pittura; onde ha lafciari ne' pregiabili parti" del fuo pen- 
nello sä gloriofe memorie di (e, che pueriramente s' antepon- 
gono a cäualunque vanto , 0 preroganva abbia poturo eredi- 
tarc dag 'i11u{1ri Antenati . 
Nacque egli in Gcnova 1' anno 1554. da Pellegro Paggi. 
Gentiluomo qualiiicato , e provveduto di convenevolc patri- 
monio; che anchc s' ampliö con 1a mercatura, arte non diil 
dicevole alla Nobilta Gcnovcfe, a motivo della Reriiezza, 
del fuo terrirorio .  
Ne11' etä puerile applicato dal Padre a110 Prudio de11e 
lerrere, diede in eile i primi {aggi del fuo raro talento, 
cosä bene , e preßo avanzandoü , che tutti gli altri COIDPC: 
gni {i lafciö addietro . Ma perchä dal fuo bel genio tirato 
anche fentivafi a1l' efärcizio delle Arti da difelgno, s' occupava. 
{ovente anche nella fcuola dopo gli aifari di Pzudio in for- 
mare varie {latuine di cera , e diverfi paeßtti toccari di pen- 
na , näquali {i vedevano animali , capannucce , alberi , e 1b" 
miglianti cofe con molta grazia Hgurate. 
I1 MaePcro, a cui maravigliofi apparivano fiiTarti lavol-i 
tanto, che glieli fottraeva , gli dava volentieri tutta 1a 11- 
berrä . Sicchä con queiio comodo maggiormente potä: i1 gio- 
vanetto coltivare la nativa fua inclinazione; da11a qua1Q,__ 
tant' oltre porrato fu, che giunfe inHno a cavarc dal legno 
"colla punta d'un temperino alcune piccole Hgurc, che in riß 
äuafdarle fi {arebber credute Opere d'un qualche ecccllen-te. 
Carpello .    
 QuePco fuo gradito divertimento gli venne 1111 piü bello 
IIIICYTOIIO dalPadre, a cui premeva , che i1 figlio artendeHE-r 
311a mCfCMura . Per 1a qual cofä. doverte Gio. Batriüa far 
Vlßknza au? ärtrarrive dcl genio , eädarfi alle Pcudio dc11' Arim- 
meüca ' Ghene fll per altro riüorato in parre -i1 difpiacerc  
Twn: I,  1-1    dalla
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.