Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1540079
84 
VITE 
DE 
SCULTU 
libro (a5 dcl quale vuol , che giungeiTe in mano di Luca ad 
infegnarli tal regola . Ma il Lomazzi aiTeri ciö per fua con- 
 getxura , fenza recarne alcun fufficiente fondamento , che 1a. 
 Dumm renda credibile: e fratranto pregiudicö in quePca parte a1 "no- 
CA"B'ASQ' Hro Luca . Ben ä vero, che in rifarcimento del danno molm 
pofcia. lodollo ne1l' altra Opera da fe pubblicata col rimlo 
di Tempio della Pitmra: dove a1 capo xxvn, parlando dem; 
proporzioni , 1' innalza {opra rutti i Pittori di quel fecolo; 
e ws' avanza inüno a dirc, chc 1c Hgure del Giudizio di Mi- 
cheldangiolo a1 paragone dc' difegni di Luca perdono di forza, 
e Hninuiilono di grandezza: nä conchiude ,-l{Operaifenza_'. 
nuovamentefar onorata menzionc di Lucad, ed efalrare 1c 
belle Hgure de' Martiri da cffo Luca dipinte ne1grand' Efcu- 
riale di Spagna .  _ 
 Ma tempod 6-: ormai, ch'io faccisrmenzwng dalcunb 
a1tre_.fue degne fatiche . E prinma di tu-tte nomlnerö qulduc 
tavolinc , perchä: bellifüm-e , le quali  dipinfe ad iflanza di 
Fra Luca fuo ConfcfTore , Monaco dell' Ordine di S. Bafilio, 
ch' ebbero luogo enrro 1a Chiefa di S.Bart0l0mn1eo dc' Re- 
ligiofi del prefato Ordine. Una di quePce, ch'egli colorä 
1' anno 1559. moßra 1a Rifurrezione di Gesü CriPco: e Pal- 
tra , che lavorö due anni dopo , rapprefcnta 1a Trasfigurazio- 
ne di efTo Gesü ful T aborre .  
 L' anno Heiß, "in cui dipinfe quePca feconda tavolina, 
venne impiegato dalSig. Luca Spißnola nelle pitturc afrefco 
dclla Cappclla, , che fabbricata s' aveva in S. Caterina alla 
deflra del coro. Nelle pareti di detta Cafpella defcriilh. 
due Horie della vita. di S. Benedetto : nel a cupola alcuni 
Angioletti: e ne' peducci gli Evangelißi (b) . Ma molto piü 
fegnalofli nclla tavola dipintavi ad olio, nella quale (1 ve- 
dono i SS. Gio. Battißa, Luca, e Benedetro . Di quePca , 
 come 
(a) In ordine al primo Invenrore del difegnare per yvia di cubi nulla abbiamo 
 di cexto. Potrebbe. eifere, che ne aveife fcritto I! Bramante , e pqurebbg, 
anch' eITere, chä il noliro Cambiafo fenza altrul l_ume aäreffe meffa fumjf 
quefca belliüäma regola da lui si egrägiamente prat_xc-ara._, e tanto utile per 
locar le ügure in buona profpetciva , e 9er b_e11 ombreggxarle . M3 Peu-m 11 
 Lomazzi  ed il Solprani tacqgero, ehe 11 pruno d1 tutt1_a metterla fuori , 
e a pubbhcarlq col _e Pcgmpe -fu Alberro Dlugeqro, che man 1' aluw appumo, 
in cui nacque ll Camblafö?     
(b) Sono anche fue In queßabCagpella {e pICCQIC Hgure_ fcolpite in marmc del 
Crociiiifo, della Vergme , C C11 5- Glovanm Evällgehüg!
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.