Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Vite De' Pittori, Scultori Ed Architetti Genovesi
Person:
Soprani, Raffaello Ratti, Carlo Guiseppe
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1538879
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1540030
VITE. 
11mm, 
scULm; 
 Queüa variazion di maniera difpiaceva molto a Giovanni 
fuo padre, il quale talvolta con gli amici {uoi (e ne lagna- 
 va; ma Luca, chc d' alyro non curavaü, {e non dappagare 
FBIJÄTH proprio genio , ad Qgnl modq feguitare 1a volle; e fecondo 
CAMRW-SQ- 1' inrraprefo Pcilc colon fu11a_p1azza di NoPcra Signora delle 
Vigne 1a volta d' una 1121112121 1n cafa Grillo , e nel1' eüeriore 
facciata in due Eme 111CC11lC {igurö Giano, e 1a Dea Pacg, 
in arro di fcacciare il Dio della guerra  {iccome pure 
d'uno Pcile non punto dilTomigli-ante Iavorö fopra un'a1rra_. 
facciata di cala dal ponte dc'Ca1vi poco diPcantc, Curzio, 
 ehe fi gitta col cavallo nella voragine, ed Ercolc, che lotta 
con Antäo; 1c: quali figure quanrunque efpollc fiano alP-in- 
giuric de' venti, ecl a11'aria marina, elfcndo Gtuate vici- 
110 , e a fronte del porto: pure nella prima loro ljrefchezza 
t-uttavia {i confervano. (b)  
Aveva gia farti Luca queüi lavori , quando giunfe in_. 
Gcnowfa Galcazzo _A1cll1 famofb Architctto Perugino ,i1qua1e 
in vedcndoli rant_o gli piacquero, e tanro invaghilll di quel 
franco pennellegglare , chc volle conofcerne 1' Autore . Andö 
dunque a trovarlo ; e conofciutolo , frequentavalo , offärvandonc 
i-cartoni , e gli abbozzi; ciö, che riufc": a Luca di gran... 
giovamenro; perocchä fu da lui inlh-uito (u molte regole 
fpettanri a11a Pittura, ecl cforrato a difmettere quella gigan- 
tefca maniera; mentf effa mancava in alcuna parte di gra- 
   f 1 2   
213., c d1 1egg1adua . Approfittolll Luca de configh del vxr- 
 tuofo amico , Hprincipalmente di quel? ultimo , adattandoü 
da indi innanzi ad un colorire piü ibave, e ad un difegnar 
meno Hravagante: come ad evidenza moürö nc11aV0r0 a fre- 
fco efprimcntc 1a Dicollazione di S. Gio. Battlfla; che 1' an- 
no 1552. fece ad illanza del Sig. Adamo Centurioxle dentro 
1a Cappella di S. Maria degli Angloli; nel qual lavoro , e per 
LTeIegantc difegno, e per learmoniofe rinte, c molto piü 
per li ben imitari aPfetti si dcl manigoldo , come della Ero- 
   diade , 
( a) Sareblwe per altro clcllderabile, ehe il (Jamlviafo avelfe profeguito a prati- 
care_que11a fua naaniera, perciocchä ö grandlofa, e ofun coloriro faporofo, 
 e brlllante.  
ab) Si confcrverelybero anche oggidi nel loro buon effere 1c Hgure di Curzio, 
dlrEICO1C, e_ d1__Auteo, fe tempofa ngn folTerd {late rovinate, Per ugua. 
 glxarc due pzam de! cafamßntn, m acux eran d; 1mm Le um; figure der 
 (iiano , e della Pace Iono oramal da! remyrcqnlgune.  
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.