Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Rafael Von Urbino Und Sein Vater Giovanni Santi
Person:
Passavant, Johann David
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1507921
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1514051
542 
Bericht 
Rafael 's 
tettura; e questi soli intendo io di dimostrare: nä bisogna che 
in cuore d'alcuno nascer dubbio, ehe degli edificj antichi li 
meno antichi fossero men belli, o meno intesi, perchä tnüi 
erano d'une; ragione. E benchä molte volte molti ediücj dalli 
medesimi antichi fossero instaurati, come si legge che nel 
luogo dove era 1a Casa Aurea di Nerone, nel medesimo dap- 
poi furono edificate le Terme di Tito, e la sua Casa, e l'Au- 
üteatro; nientedimeuo crano fatte con 1a medesima ragione 
degli altri cdeücj ancor piü antichi che il tempo di Ncrone, e 
coetanei della Casa Aurea. E benchi: le lettere, 1a scultura, 
la pittura, e quasi tutte Paltre arti fossero lnngzxmente ite in 
declinazione, e peggiorando {in' a1 tempo degP uitimi Impera- 
tori, pure YArchitettura si osservava, e mentenevasi con buona 
ragione, e ediücavasi con 1a medesima che li primi: e questa 
fu tra Paltre arti Pultima che si perdä. I1 che si puo conos- 
cere da molte cose; e tra Paltre dall' Arco di Costantino, il 
componimento del quale ä bello, e ben fatto in tutto quelle 
che appartiene all" Architettura: ma le sculture del medesimo 
Ayrco sono sciocchissime, senza arte, 0 bontate alcuna. Ma 
(iüelle che vi sono delle spoglie di Trajano, e d'Antonino Pio, 
sono eccellentissime, e di perfetta maniera. I1 simile si vede 
nelle Terme Diocleziane; che le sculture sono gofüssime, e le 
reliquie di pittura che vi si veggono, non hanno che fare con 
quelle del tempo di Trajano, e Tito: pure YArchitettura ä no- 
bile; e bene intesa. Ma poichä Roma da, Barbari in tutto fu 
ruinata e arsa, parve che 'quell0 incentio e misera ruiua ar- 
desse e ruinasse insieme con gli edificj, ancor Farte dello edi- 
ficare. Onde essendosi tanto mutata la fortuna de' Romani, e 
succedendo in luogo delle infinite vittorie e trionfi, la calamitä 
e misera servitü; quasi che non convenissi a quelli che gia 
erano soggiogati, e fatti servi dalli Barbari abitare di quel 
modo e con quella grandezza, che facevano quando essi ave- 
vanoÄ soggiogati li Barbari, subito, con la fortuna si mutö il 
modo dell" edificare, e dello abitarg: e apparve un'. estremo 
tanto lontano dall" altro, quanto ä la servitü della libertä; e 
si ridusse a maniera conforme alla sua miseria, senza misura, 
e senza grazia alcuna; e parve che gli uomini di quel tempo, 
insieme con 1a libertä perdessero tutto Pingegno, e Parts; 
perchä divennero tanto goffi, che non seppero fare li mattoni 
cotti, non che altra sorte dhrnamenti: e scrostavano li muri 
antichi per torre li pietre cotte; e pestavano liwmarmi, e con 
essi muravano; dividendo con quella mistura le parüi di pie- 
tra cotta; come ora si vede a quella Torre che chiamaxio della
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.