Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1448177
X 
83 
X 
ää 
si difierenti, in cui epercitava il suo talento. Se pe- 
rö gli Antichi fossero stati nella necessitä di disegna- 
re un Manigoldo a lato di un Cristo , certamente 
non 1' avrebbero fatto meglio , nä in altro modo di 
quel che si vede di rovescio nel nostro Quadro. Se 1a 
proporzione clella sua-statura esigeva un uomo rozzo, 
e brutale , sarebbe stato molto improprio mettere in 
sua vece una figura elegante, come ilGladiatore Bor- 
ghese,che richiamasse a sä 1' attenzione piü diCristo 
medesirno, come succede alla famosa Opera del Do- 
menichino nella Cappella diSanFAndrea della Chiesa 
Öi San Gregorio in Roma, dove tutti ammirano piü 
ilManigoido, che Hagella il Santo, che 1a {igura de! 
Santo stesso, che dovrebbe esser 1a principale ,.e 1' 
Eroe della Storia. I1 medesimo difetto 11a regnato, e 
regna in quasi tutti i Quadri de'famosi Pittori,che 
iiorirono dal pxrlncipio del Secolo scorso . Ciö non 
ostante chi volesse vedere ne1l' antico un esempio di 
caratteri non siempre belli , osservi YArrQtino di Firen- 
Zß,e non vedrä certo in questa Egura il carattere del- 
la Lotta, nä delSileno, nä delVeccellente Gladiatore. 
Chi sa considerare I0 stile del Disegno di Raiiäel- 
. 10, Si in questa, come nelle altre Opere sue, trove-Q 
Iä in stesso spirito degli Antichi, cioä d' aver sapu- 
I0 lntendere, e segnare con precisione , e chiarezza 
tutte 1c Paffi piü essenziali della costruzione del corpo 
111113110, lasßiando quasi invisibili 1c cose superiiue, e_ 
13 insigniücanti- Ma quello che soprattutto cagiona 
F 2 131ml"
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.