Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1448088
916 
X 
74 
aria, restando tutto il rimanente in ombrc come di 
notte: considerandolo poi bene vi si trova divina- 
mente espresso 1' ambiente, e Ia degradazioile come 
fanno gli oggetti naturali visti a poca luce; cosicchä 
conosciamo gli oggetti vicini quando i lontani non 
possono giungere alla nostra ViStEi. Coloro, che van. 
no a prendere il Signore, appena si disringuono, nä 
v'ä tocco, nä pennellata. sensibile negli alberi fin do. 
ve stanno gli Apostoli; ma a misura, che le cose si 
avvicinano piü alla luce äincominciano a distingue- 
re foglie, grberre, un tronco colla Corona di spine, 
e 1a Croce per terra,  
L0 splendore de! volto di Cristo illumina tutto il 
Quadro; ma lo stesso Salvatore riceve 1a." luce dalF 
alto , come da! Cielo , riverbcrandola nelPAngclo, 
ehe da lui 1a riceve, Uidea, che ä molto propria , 
e bella, ä escguitapon quella perfezione , di cui il 
solo suo Autore era capace . Oggi trovansi questi 
Qüadri nel-lo stesso Gabinetto della Principessa, do- 
ve sono i sopraddetti di Tiziano . Quivi E: anche 
qualche cosa di Leonardo da Vinci, Del suo miglio- 
re stile ä un Quadro, che rappresenta due Putti 
scherzanti con un Agnello, non molto ben eseguito; 
e un altro, che porta una sola testa di San Giovan- 
ni giovinetto . ln queste Pitture si Vede il grandc 
studio, che fcce FAutore sopra 1a luce, e Ie gmbre, 
cioä Sopra quella degradazione, Che ä dalla maggior 
lucezalla maggiore oscuritä , osservando anche certa 
gra-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.