Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1449995
265 
i loro colori. L'aria e la prima a ricever la luce; e 
perciö deve necessariamente tingersi del süo colore; 
e quanto piü 1' aria sarä grossa, piü si tingerä . Se 
il Pittore osserverä bene questo, se ne approfitterä 
molto per il concerro del Quadro , poiehe gli dä oc- 
casione di supporre una tinta universale, che si me- 
scola con tutti i colori , piü o meno , secondo 1a 
quamitä, che vorrä supporre dilquesfaria tinta frap- 
posra tra" suoi oggetti . Deve in oltre considerare, 
che i riHessi non solo portano seco il colore del cor- 
po primieramente illuminato , ma anche parte del 
colore della luce; e questo e anche un profitto per 
concertare il Quadro, ed a molto utile per la dispo- 
sizione de' colori de" panni , de' quali parleremo in 
seguito. 
Due sono 1c ragioni, per le quali vediamo il co- 
lore d'un corpo; e senza per ora esaminare se i cor- 
pi sieno coloriti per natura", o per le forme , sopra 
le quali il raggio della luce fa tale apparenza, con- 
viene, che il Pittore consideri ciascun corpo come 
se avesse in se sresso naturalmente rluel colore, che 
gli si vede. La causa, ehe ce lo rende visibile E: 
perche il corpo riceve 1a luce, cioe che posto in ma- 
niera, che i raggi della luce battono sula sua super.- 
iicie, e quanto piü perpendicolarmente vi cadon so- 
pra, tanra piü luce ricevono; e perche il corpo e 
COUOCRIO in modo, che 1a luce, che vi cade sopra, 
puö ribalzare per angolo uguale ai nostri occhi.  I1 
COT-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.