Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1449982
924 
X 
264 
914 
Iqucllü J 
che 
copre 
perfettamente 
1' altro , 
che 
ä 
al 
di 
SOÜO . 
I0 ho promesso nel Capitolo del Chiaroscuro d' 
insegnar il modo di fare comparir 1' ombre piü vere 
di quelle, che ordinariamente si fanno; e perciö in- 
cömincierö qui a parlare collo stesso ordine della na- 
tura, e de" colori de' corpi luminosi. Ciö, che sia 
in sä stessa la luce, ä una tra le tante cose, che re- 
stano sotto quel velo, chenasconde a tutti gli uQ. 
mini 1a cognizione de" primi principj . Ci contente- 
remo dunque di-parlare de' suoi effetti nel grado , 
che li possiamo comprendere per 1' esperienza. E" 
verisimile, che 1a luce non abbia colore alcuno; ma. 
siccome ella viene a noi altri attraversando materie 
internaedie , si colorisce, 0 si ringe per mezzo delle 
refrazioni , che fa da un corpo al1' altro finchä giun- 
ge a' nostri occhiÄ. Se la materia, per cui passa, o 
che 1a circohda, o v'ä frammista, ä sottile, unifor- 
me, e poca, la luce ä piü chiara , e meno tinta, e 
riceve con piü abbondanza il primo grado de' colo- 
ri, che e": il Giallo, e con abbondanza ancora il se- 
condo grado de? colori, che ä il Dorä. Poscia am- 
mette il Rosso, finalmente riceve l'Azzurro, e si 
perde in tenebre. Da queste cagioni vengono icolo- 
ri differenti de" corpi luminosi. Questi, sieno natu- 
rali, o artifiziali, danno iI lor colore ai corpi , che 
illuminano; e quantc piü volte si riüettono, e si ri- 
frangono i raggi di detta luce, tanto piü aumentano 
i lo-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.