Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1449878
X 
253 
X 
angolo perfetto, e che i suoi angoli sono solamente 
piccole curve, che terminano in due linee, che si di- 
latano. Perciö il Pittore, che intende bene il Chia- 
roscuro, deve disfarsi degli angoli geometrici , i qua- 
li Io condurrebbero in una gran durezza . Detti an- 
goli potrebbero convenire soltahto in alcuni contor- 
ni molto illuminati; niuno perö deve farsi deciso, 
nä con tinta veramente luminosa ,Lma con una mez- 
za-tinta, poichä ä impossibile, ehe la luce, che ca- 
de sopra 1' angolo d'un corpo , possa riHettere per 
angolo uguale a" nostri occhi dall' ultimo estremo de! 
contorno; e se la luce potesse fare questo effetto ,  
vedremmo tutto 1' oggetto oscuro, e una luce molto 
debole nel contotno: questo caso non si ha da sup- 
porre, e supponendolo non produce piacere, perchä 
distruggerebbe il lucido delPoggetto  
Dobbiamo in oltre considerare, che ogni corpo es-. 
scndo in parte, o nel fondo della sua superficie li- 
scio, riüette parte de' raggi, e tinge un'altra volta 
1' aria piü vicina d'una luce del suo proprio colore. 
H0 voluto dir tutto questo a solo fine di persuade- 
re, che i contorni debbono esser dolci , e soavi, e 
che se nella Natura ne vediamo alcuni, che compa- 
riscono taglienti, ciö pr0viene,-che in essva il corpo 
illuminato si, distingue infinitamente dal corpo che 
"o" I0 ä, e ehe entrambi sono o vere luci , o vcre 
tenebre; il che non succecle nella Pittura , come di 
sopra ho detto.   
 Se
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.