Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1449836
1- er X 249 X ek- 
(o, e che 1c distingue. Chi vuol dunque cercare 1a" 
bellezza nel Disegno, deve considerar bene 1a forma. 
caratterisrica di ciascun corpo , e darne intelligenza 
chiara nella sua Opera; non curar le minuzie acci- 
dentali, ne perö ometter cosa per quanto piccola sia, 
qualora serva alla cos-truzionc; del corpo. Quando di- 
co minuzie, intendo 1c cose accidentali; come, per 
esempio, se un corpo adusto avesse per accidente u-n 
muscolo grosso, o rotondo, come puö accaderefper 
mezzo del frequente uso d'una tal parte, o per com- 
plessione , o per circostanza di salutc della persona, 
il Pittore non deve imitarlo, ma deve anzi Suppor- 
re, ehe il tal uomo sia uniforme in tutte le sue par- 
ti , affmche non äinterrompa 1' intelligenza generale, 
che vuol dare allo spettatore , della figura d'un uo- 
mo adusto. Lo stesso e d' un uomo forte, leggiero, 
grasso, giovane, vecchio. Sempreche in u-n corpo d' 
un carattere determinato sarä qualche parte , ancor- 
che bellissima, di forma , e di carattere diversa da! 
tu-tro, o clalla maggior parte degli- al-tri membri com- 
ponenti il tutto, sarä una- mostruositä interromper F 
idea generalc del- carartere di quel corpo. 
Olxre di ciö bisogna essere attento a non mutar 
mai Per qualunque motivo il carattere , Ia forma, 
nä 13 Proporzione , ehe 1a Natura ha dato a qualun- 
(lue COYPQ , ß a qualunque sua partc ; onde , per esem- 
pio, um muscolo non si deve mai ridurre a forma 
qugdrata, o rotonda, poichä sareb-be questo canabiar 
1a 
249 
ää
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.