Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1449319
93 
X 
197 
älä 
tista che asserisce, che Sipotevaflü migliorare inßnt: 
tamente. I0 per me terrei "perun uomo" il piü stra- 
ordiunario quegli, che mi sapesse dire, e molto piü. 
persuadere i difetti di quel Pittore; e se vi aggiun- 
gesse il saper dipinger meglio di 1_ui,'1o stimeyei pel 
maggiore Artista della terra . Nön ä menö straordi- 
nario , chefuno , che dipingeva comd Vasiari , trovi 
s) facile migliorare inßnitamente le Opere di Cor- 
reggio.    w,  
Sopra lalquestione si dibattuta, se Correggio fu a 
Roma, e se si approüttö delle Pitture di Melozzo 
da Forli, ehe erano nelPantica Chiesa de? SantiApo- 
stoli , dico , che varj Qugdri tagliati da quella Tri- 
buna esistono nel Vaticano nelPAppartamente , in 
cui visse Benedetto XIII. , el' ehe oggi ä abitazione 
ldel CardinalZelada Bibliotecario, dove i Curiosi po- 
tranno farne confronto con quelle di Correggio. 
Non piaceva a1 Vas-ari il Disegno eli Correggio, 
poichä in una nota marginale assicura, che spiccnvz: 
piü nel colorire, cße nel giisegnare; e subito nel tle- 
sto lo discolpa per h: dificolnä di posseder turre le 
parri d' un'Arte si vasta, come V'a Pittura; perchä 
molti han disegnato bene , e cßloäio male, e al com 
trario. '  
Qußsta spezie di critica non vuole dir altre se nori 
Chi Coffeggio non disegnava come Vasa-ri, cioä , ehe" 
quegli sceglicva forme differenti da. quesvtoß , e dalia. 
sua Scuola. L'uno avea per buone 1c con-torsioni, e 
N 3 n
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.