Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447462
ää 
X 
I2 
X 
11. Non parmi, che questa ügura rappresenti uo- 
mo moribondo, ma bensi morto" ; ed il petto non 
mi sembra molto gonfio di mrrscoli, ma solamentc 
1a struttura E: di un Giovane esercitato, come anche 
adesso ne vediamo nella natura, benchä pochi; ma. 
qucsta struttura dipende piü dalle ossa del torace, 
che da' muscoli. Non saprci convenire, che i Gre- 
ci aumentassero Fapparenza de" muscoli ; ma sola- 
mente parmi, ehe eleggessero quel vero piü confacen- 
te aIFidea del soggetto, che volevano rappresentare; 
poichä il loro sistema5 e Farte , che aggiungevano 
al vero, non consisteva mai nä in accrescere, nä in 
mutare il vero , ma solamente nello scegliere "il piü 
bcllo, e simpliücare le forme . ll Laocoonte ä rap- 
presentato un vecchio forte , sano, convulso dal ve- 
leno , e niente piü; ma il Torso ä , come ho vistö 
piü volte , il vero.  
12. Credo, che se PE. V. considererä bene le pa-  
role di Plutarco , non porrä condannarlo, poichä non 
pare ch'ei voglia dire, che i Pittori negligentassero 
1c. altre parti , ma solamente porta i! paragone de! 
Pittore dicendo, che nel fare Pimmagine di un uo- 
mo si applica ad esprimere gli occhi, e tuttele par- 
ti del volto, dove risiede , per cosi dire, Panima, 
non ponendo tanta cura alle altre parti ; ma ciö si 
deve solamentc intendere rispetto alla somiglianza di 
un taIe, o tal altro uomo , perchx": ivi si tratta di 
un Ritratto , su cui va 1a comparazione: infarti ve- 
diamo
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.