Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1448879
914 
X 
153 
X 
dendosi impiegata quella stessa delSocrate della Scßuo-ß 
la d'Atene , e di _un uditore della Predicazioxle di  
San Paolo nell, Areopago, che e in unae delle Tap- 
pezzerie di RafTaello . Chi vuol assicurarsene , e non 
puf: vedere le Pitture, puö soddisfarsi nelle Stampe 
incise da! Giovannini . Molto piü sembra di stile 
RaiTaellesco un San Giovanni dipinto a fresco da Cor- 
reggio su la porta della Sagrestia della stessa Chiesa; 
soprattutto nel carattere della testa  1a quale se si 
trovasse sola sopra un pezzo di muro si prenderebbe 
per opera di Raffaello piuttostoche di Correggio. 
La Tribuna dipinta dal Correggio fu demolita dai 
Monaci per islargare il Coro. Ma trovandosi allora 
in Parma Annibale Caracci glia fecero que' Monaci 
far copie di tutto colle stesse misure; e rifatta Ia 
nuova Tribuna vi fecero ricopiar esse copie da Gesa- 
re Aretusi. Le copie diCaraccifurono compratc dal- 
la Casa Farnese, e ora sono nel Museo di Capodi- 
monte in Napoli. Ial gruppo principale , che rappre- 
senta la Madonna ihcoronata da Gesü Cristo, fu ta- 
gliato dalla fabbrica, e si conserva nella Libreria de! 
Duca di Parma. Altri pezzi separati passarono in ma- 
110 di diversi particolari, e ne sono tre in Roma in 
Casa del Marchese Rondanini , i quali riempipn di 
maraviglia chiunque li mira da vicino, considerando 
con quanta eccellenza, e facilitä sono eseguiü . Quest" 
OPeYa, Scßßndß Ruta, fu compita nel mille cinque- 
cento ventidue. 
Nella
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.