Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1448790
X 
145 
ää 
nomia, come dipingeva; e iinalmente a me par di- 
mostrato, clfegli giunse ad acquistarsi grgncfonore, 
e riputazione. Ma alla fine poco importa, ch'egli 
fosse nobile , o plebeo, ricco , o povero, quando si 
sa , ch'egli fu un gran Pittore, e che colle sue Ope- 
re egli öinvita a seguirlo , "ie distruiscc. A questo 
efTetto io ho raccolte tutte le notizie, che ho potu- 
to, delle sue Pitture, che vado a descriverc , e seb- 
bene ve ne saranno forse delle altre , che io non so, 
bastano tüttavia queste per dare un" idea delle mara- 
viglie di quel talento, che in si corta vita seppe far 
tante Opere con tanto studio , amore , e delicatei- 
za, e si terminate , che per solo considerarle colla. 
dovuta accuratezza parc ehe non basti il tempo , 
ch'cg1i visse . 
In Francia erano alcuni Quadri del piü bello stile 
di Correggio, e tra gli altri quä due , che il Duca 
di Mantova regalö a Carlo Quinto , e che il Duca 
d" Orleans comprö dagli Eredi del Duca di Braccia- 
no: uno rappresenta Ledaä , e un altro Danae . L" 
Imperadore mandö questi Quadri a Praga, e li fece 
collocare nel Regie Palazzo, dove restarono fm alla 
famosa guerra di trent" anni , quando , saccheggiata 
quella Cittä dagli Svedesi, Gustavo Adolfo li mandö 
a Stokholm . Morto quel Re restarono sconosciuti 
nella minor erä della Regina Cristina, finchä unAm- 
basciadore, che ne sapeva 1a storia , fece ricerca di 
quelle Pimlfe, e con questa occasione si rintraccia- 
 Mengs. Tom. II. K rono,
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.