Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1447075
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1448605
ää 
X 
126 
X 
meno alcßno stile vizioso. Finalmente tra i molti, 
che venivano in Italia , Niccola Pussino fu quegli , 
che si propose imitare interamente lo stile degli An- 
tichi; e se i costumi del suo secolo non 1' avessero 
impedito, avrebbe ottenuto il suo intento. Il dipin- 
ger sempre ad olio Quadri piccoli gli tolse 1' occasio- 
ne äingrandirsi lo stile , e di fare Opere di tanto 
studio , come quelle de" primi uomini d'Italia: con. 
sideranclosi perö 1c sue come abbozzi, sono eccellenti . 
Immediatamente a Pussino clevesi collocare Carlo le 
Brun, il quale anche studiö in Italia. Fu cfingegno 
vivace, inventore stimabile , ed ebbe occasione di mo- 
strarlo nelle grandi Opere incaricategli da Luigi Deci- 
moquarto . Nello stesso modo furono altresi buoni Pit- 
tori Mignard, le Soeur, Burdon,ealtri; finchä iFran- 
cesi lasciarono 1a buona strada, e lo studio serio, per 
essersi accreditati alcuni Artisti di talento, che si 
chiamano Spiritosi, come jovenet, e Coypel, i qua- 
li uscirono dai limiti del buono , e del bello, cari. 
cando 1' uno- e 1' altro, mettendovene troppo in tutto, 
e aspirando dar gusto agli occhi piü che alla ragione. 
Non ä da maravigliarsi, che ciö_ accadesse in Frau. 
cia, mentre in Italia stessa 'si abbandonö il buongu. 
sto della Scuola. de' Caracci . Chi si sarebbe immagi- 
nato in tempo di Michelangelo , che potesse uscire 
dalla Scuola Toscana un Giovanni di San Giovarlni , 
Pittore di tanto spirito, ma si lontano dallo stilc so- 
lido? E spezialmente un Pietro da Cortona per fra- 
SIOTDII-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.