Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1443589
LVII 
per cui i Greci la rinvennero . Nelle 
sue prime Opere, non ostante la sua 
correzione, il suo colorito, e la sua 
poesia, si scorge talvolta lo studio, e 
la lima. Nelle ultime tutto efacilita, 
tutto e grazia, e sembran fatte colla 
stessa forza insensibile, e occulta, con 
cui fa le sue la Natura. Il suo Chia- 
roscuro ha anco piii vigore"; e gli ef- 
fetti della luce riflessa , e della pro- 
spettiva aerea fanno un'illusione tale, 
che non si trova in niun altro Pittore. 
In questo stile ei dipinse a Madrid 
il gran Salone dovelpranza il Re: 
questa sola Opera basterebbe afare la 
riputazione di molti Pittori . Sopra la 
mensa di Sua Maesta eiriguro l'Apo- 
teosi di Traiano", Principe Spagnuolo 
il piu buono di quanti occuparono il 
trono de' Cesari , e il modello C161 
Traiano, che ora regge le SpagnC-QH 
fronte vi e il Tempio della Gloria, 
dove conducono tutte le virtu, che 
l'ill-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.