Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1446489
215 
X 
brillante, che veggono far la delizia de" Ricchi , i 
quali sono ordinariamente i piu ignoranti. Non si 
fanno piu Statue col consiglio de" Filosofi, ne d' una 
intera Citta, ma pel semplice capriccio d' un Poten- 
te Swfato, per cui vale piu un "cattivo, che un ec- 
cellente Scultore. Anticamente una sola Statua bella 
bastava a fare la riputazione , e la fortuna d, un Ar- 
tista; oggi non bastano cinquanta cattive per dargli 
da mangiare: e siccome la perfezione della Scultura 
si vede piu al fine, che al principio, i nostri Scul- 
tori sono costretti a lasciar le loro Opere imperfet- 
te; e cosi abituandosi gli uomini al vizio, e al ma- 
le con tanta facilita, risulta, che la vista de' mede- 
simi Professori si avvezza al depravato gusto , che 
regna a" giorni nostri.  
Da tutto dio io conchiudo, che iModerni per va- 
rie ragioni sono inferiori agli Antichi, e che la Scul- 
tura de" nostri tempi e anche inferiore alla Pittura. 
Questa si fa ora troppo frettolosamente , senza con- 
siderazione, e senza scienza; e la Scultura senza buo- 
ne regole di proporzione, e senza intelligenza nel H- 
ne : laddove gli Antichi usarono nel principio le mi- 
gliori proporzioni, poscia le linee piu proprie a1l' 
espressione nobile, rigettando le superfluita, e le mi- 
nuzie, e perfezionando finalmente tuttocon ragiona- 
ta varieta. ' 
I Pittori antichi facevano lo stesso per differente 
cammino. Si fermavano molto nelle loro Opere, per 
 O 4 accre-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.