Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1445897
X 
156 
916 
che trascuro le parti , che guidano alla perfezione , 
e si applico ad acquistar la pratica per disbrigar 
presto, la quale per altra parte gli apriva una stra- 
da piu piana per la fortuna ; e infatti egli visse piu 
da Principe che da Pittore. 
Cio successe nel Pontificato di Leone X., che era 
molto indulgente, e generoso con Raffaello, il quale 
adulava l'ambizione di quel Papa , suggerendogli 
magnifici progetti diArchitettura per adornar Roma, 
e restituirla allo splendore, in cui fu sotto i primi 
Imperadori Romani. Queste occupazioni, per le 
quali Raffaello dava da dipingere a, suoi Discepoli, 
cagionarono gran discapito alla Pittura . Se ne ac- 
corge chiunque paragoni quello, ch'ei fece in tem- 
po di Giulio  con quanto opero sotto Leone X. 
Per riparare in qualche maniera al pregiudizio da lui 
recato all'Arte, e alla sua stima impiego tutto 1' 
acumej della sua mente nella grande Opera della 
Trasfigurazione . 
In qualche parte di quesfOpera si osserva un C0- 
lorito molto buono; ma non e da per tutto Uguale, 
e gli Uomini hanno assai miglior colore delle Don- 
ne. Vi sono delle parti non dipinte da Railaello, co- 
me 1' Energumeno col suo gruppo , dove si- conosce 
il pennello timido di Giulio Romano . Le teste de- 
gli Apostoli dalla parte opposta sono_ ridipinte da 
Raflacllo, poiche vi si distinguono tutti i suoi ritoc- 
chi franchi, e magistrali; cio nondimeno ve trop-
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.