Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1445847
Del 
Chiaroscuro 
di 
Raffaello  
INTENDEVA molto bene Raffaello dove, e come do- 
vea usarsi il Chiaroscuro; ma non ne possedeva al- 
tra parte che  quella, che spetta al? imitazione , e 
niente conosceva dell'ideale . Qualche barlume di 
questo ideale si vede tuttavia nelle sueOpere ; ma 
si vede bene che e a casor, e per vivezza del suo 
natural gusto, non gia per effetto di metodo. Il si- 
stema tenuto da Raffaello ne' suoi Quadri e stato di 
raliigurarsi la sua storia,'e i suoi piani come se tut- 
te le figure fossero vestite di bianco. Su questa. sup- 
posizione ha distribuiti i suoi primi lumi dove ha 
creduto dovessero stare, e degradando di la fino al 
piu lontano gli andava diminuendo; percio vediamo 
ne' suoi Quadri molti panni bianchi, o giallastri al 
davanti. Io penso, che fosse massima di Raffaello, 
e della Scuola Fiorentina il servirsi di colori molto 
chiari nel davanti de, Quadri, perche veggo , che i 
Lombardi, e gli altri buoni Coloristi usarono sem- 
pre in quel sito colori puri, cioe rosso, giallo , az- 
Zufm, i quali peravvicinar gli oggetti sono pih adat- 
tati de? bianchicci, perche il bianco da sempre 1m 
effetto d'aria ai colori, e sbatte la loro vivezza. Ola 
tre a cio Raflaello avea un" altra massima anche piu 
erronea, ed era cli mettere un lume uguale sopra i 
K 4 panni?
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.