Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1445751
142 
corse, che le piccole parti erano le prime ,a perder- 
si nella distanza, e nelllaria interposta, e percib era 
necessario ingrandirle nelle Opere maggiori ; abban- 
dono le inutilita, e apprese a distinguere il piu, o 
il men necessario; osservo, che le ossa debbono ri- 
marcarsi piu delle pieghette della carne; che i ten- 
dini debbono essere piu visibili di essa carne ; che 
i muscoli in moto meritano piu attenzione degli 
oziosi; che la forza cle' panneggiamenti non consi- 
ste in ciascuna piega da per se, ma che quelle pie- 
ghe , che si trovano nel mezzo di qualche massa 
chiara, _non vogliono esser tagliate da alcuno oscu- 
ro, ne si decise come quelle, che cadono sopra le 
giunture; che in generale si deve osservare in esse 
la riflessione della luce come in un grappolo di uva, 
in cui i grani esposti alla maggior luce la rifletto- 
no in maniera, che fanno sparire quas-i gli oscuri. 
 Chi vuol vedere tutte le suddette regole , e razio- 
cinj nella piu perfetta esecuzione, non ha che ad 
esaminare attentamente il Quadro della Scuola di 
Atene , in cui Raffaello le ha poste in pratica con 
sovrana intelligenza. 
Fin allora quel grand" Uomo non siera propostg 
altrolche seguir Michelangelo, e vi veniva stimola- 
to dal credito straordinario, e dagli encomj esagera- 
ti, che tutti davano a quel Professore: cio trattenne 
Raffaello dal farsi un altro stile migliore, e gli fece 
perdere un tempo prezioso . Ma siccome egli avea 
SOTYI"
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.