Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1445506
1I7 
X 
tale evidenza, che un intelletto mediocremente lSiYLIlH 
to la comprenda a prima vista, e senza faticare la 
Sua GUGITZiOHC. Sempreche abbisogni di una benche 
minima spiegazione, addio Bzllezza. Peggio poi SUE 
equivoca, e suscettibile di piu interpretazioni; e peg- 
gio ancora se l'azione e divisa, o rappresentata suc- 
cessivamente . Di tutti questi errori si potrebbero ci- 
tare esempj pratici; ma si cfmettono a bella posta, 
accio non sembri, che si voglia far la satira ad ali 
cuno. Basta tener presente come regole infallibili , 
che senza evidenza non si pub aver Bellezza; e che 
la minima fMiCA , che costi allo spirito Pintenclere 
una Composizione , distrugge tutto il bello, che vi 
possa peraltro essere nel? esecuzione. 
XL 
Espresxione . 
Dzll" 
Se si. avesse da dire tutto quello, che abbraccia I, 
Espressione nelle Arti, non basterebbe un libro ben 
voluminoso. Chi volesse istruirsi a fondo sopra que- 
sta importante materia potrebbe osservare quello , 
che si trova sparso nelle Opere di Cicerone, diOra- 
Zio, di Seneca, di Plinio, e di Filostrato, e speciali 
mente nel giudizioso Quintiliano , soldi Pia: Cha 
ha conqviiato indigestamente al suo solito IIIHiO nel 
suo Trattato della" Pittura degli Antichi. 11 mio fine 
H 3 E di
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.