Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1445359
914- 
102 
X 
919 
cizio, o quando si porta all'eccesso, o quando per 
qualche rispetto umano ci vediamo obbligati a pen- 
sare a cose, che non ci piacciono, ne siegue quell' 
incomodo, che si chiama noja. Nulla rincfesce fan. 
to all' anima quanto questa disgustosa situazione; ne: 
vi, e fatica , ne pericolo , chi ella non intraprenda 
volentieri per sottrarsene  sicche la voglia di sfug. 
gite questa nojfz e la molla principale del cuore umg. 
no. Quei, che chiamiamo divertimenti, come gli 
Spettacoli, la Poesia, la Musica, 1a Pittura , ed al- 
tre inHnite cose, che fomentano , e conservano la 
Societa, non hanno altra origine che l' orrore di m2- 
najarsi; e percib ognuno siindustria occupare il suo 
spirito il piu piacevolmente, e col minore stento 
che pub. L, anima per altro non pub occuparsi che 
in due maniere. L' una e ricevendo per i sensi le 
impressioni degli oggetti esterni ; e 1' altra rifletten- 
do , meditando, e combinando le idee somministra- 
tele dalla memoria. xQuest' ultimo mezzo e troppo 
laborioso, e sono ben rare quelle anime , che sap- 
piano vivere piacevolmente sole godendo entro loro 
stesse.  
Il pih comune , e quel che ordinariamente pin 
piace, e il percepire le impressioni degli oggetti per 
Aisensi. Queste impressioni ci sono piacevoli, o 
dispiacevoli perwiue fnotivi. ll primo consiste nel? 
agitare pil) o meno i nervi degli organi, e lialtro 
nelle idee, che producono : di questo pero io non 
 P2113
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.