Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Opere Di Antonio Raffaello Mengs
Person:
Mengs, Antonio Raffaello Azara, Giuseppe Niccola/d'
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1442726
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1445223
921' 
X 
89 
do si ravvisa negli oggetti materiali. Peccato, che 
un sistema cosiingegnoso non sia vero! 
Santo Agostino, che fu tanto Illatonico, si vuole 
aLIIOYC di un Trattato su la Bellezza, che si e per- 
duto. Si scorge non ostante da quanto ne dice in 
altre Opere, eh, egli la crede una corrispondenza del- 
le parti col tutto per formare 1' unita : Omni: porro 
pnlcbrirudinis forma unita: est. Gfiniziati ne' misteri 
de" numeri intenderanno forse quel, che cib vuol dire. 
 Woltio, ed i Leibniziani, che non sempre hanno 
saputo sognare colla vaghezza de" Platonici, dicono, 
che bello e tutto cio, che ci piace; e quel, che ci 
dispiace , brutto. Non si pub confondere piu -gros- 
solanamente la causa colfefletto, cioe la Bellezza col 
piacere .   
Altri pretendono , che la Bellezza consista nella 
fvarien? , nelfuzzini, nella regolariti, nelliordinc , e 
nella proporzione. Questo e volere spiegare una cosa 
astratta per un'altra, che lo e piu; poiche se laBel- 
lezza e diflicile a comprendersi, non 1o e meno la 
regalarmi, l" ordine, ec. 
Il sistema di Hutcheson  e de' Suoi seguaci  i 
quali hanno immaginato un sentimento interno, con 
Cui credono, che noi scuopriamo la Bellezza come i 
Colori Cogli occhi, a me sembra il piu meschino, e 
il 1119110 ingegnoso di tutti. Si rassomiglia al ripiGgO 
di que, Poetastri, che non sapendo come sciorre 
naturalmente l' intreccio di qualche T ragediia , ricor- 
 IODO
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.