Bauhaus-Universität Weimar

Titel:
Donatello, seine Zeit und Schule
Person:
Semper, Hans
Persistente ID:
urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1406498
PURL:
https://digitalesammlungen.uni-weimar.de/viewer/resolver?urn=urn:nbn:de:gbv:wim2-g-1410081
BISHER UNGEDRUCKTE BELEGSTELLEN UND DOCUMENTE. 
307 
Cherichini et Valtra Francesco Soderini giovane a11ato 1'una al altra. 
Fcce anchora 1a Juditta di bronzo che ä nella loggia di piazza de 
nostri signori et 1a fiura di bronzo di Davitte 1a quale i: nel cortilc 
del palazzo di dessi nostri signori. 
Fece una testa c01 collo di uno cavallo di molta grandezza, 
opera molto degnia con il resto del cava11o in sul quale ö 1a im- 
magine del Re Alfonso di Aragona Sici1ia,Napo1i et di altri reami, 
1a quale ä in Napoli nel palazzo de1 conte di Matalona de Caraffi. 
Fece 1a Üura di Sta. Maria Magdalena posta in Sto. Gio- 
vanni di Firenze et uno vaso di granito con lincamenti di marmo 
posto nella casa de Medici che gitta acqua. 
Uno altro vaso con simili ornamenti et fa fonte, molto bello 
nello orto de Pazzi. Nella sagrestia di Sto. Lorenzo uno vaso da 
lavarc le rnani opera molto bella; con uno falchone et altri orna- 
menti intorno sono di mano di Andrea del Verrocchio. 
Lc porte di bronzo in dicta sagrestia anchora che non s'ab- 
bino molta grazia et 2 pergzlmi non fmiti et quatro cvangelisti 
di terra in su11a cornice di detta chiesa dalle sagrestie abbozzati 
che anno a farsi di bronzo o di manno. 
Uannunciata nella chiesa di Sta. Croce et il tabernacolo della 
capella de Cavalcanti con suoi ornamcnti bellissimi. 
Piu teste et fiure et maximo in casa Lorenzo de11a Stufa 
molto pronte, et uno crociflsso a meza 1a chiesa di Sta. Croce di rilievo 
et 1i ornalnenti dello organo de11a sagrestia vecchia, cioe del minore 
organo di Sta. Maria del Fiore, le quali Hure sono abbozzate et 
non Snite, non di meno di terra paiono assai et rilievano in appa- 
renza piü che non fanno le Hure de11o organo nuagiore che sono 
finite con molta diligentia et sono di mano di Luca della Robbia. 
Tolse a fare a Siena una porta di bronzo et fece i1 disegno della 
Robbia be11o, et le forme per gittarla ma capitandoci uno Bernardetto 
orafo detto di mona (Madonna) papera {iorentin oassai intendente et 
suo domestico che tornava di Roma, et andandolo a visitare et 
vcduto 1a bella opera 10 riprese assai che i Sanesi si potessino gloriare 
di cosi honorata cosa, et tanto 10 persuase che un giorno di festa 
che i garzoimi erano andati a spasso, esso Bernardetto, et Donato 
guastorno il tutto et usciti di casa presono 1a via per a Firenze. 
I garzoni tornando 1a sera a casa trovorno questa tal cosa et non 
esservi Donato ne prima di lui, intesono che esso era in Firenze. 
Fece il sepolcro di Papa Janni ne11a chicsa di S. Giov. di 
Firenze con tutti i suoiornamenti cxcetto che una fiura che e di 
mano di Michelozo et cosi la fede con uno calice. 
Fece i1 disegno de110 occhio di vetro in testa a11a chiesa di 
Sta. Maria del Fiore a 111COfOI18Z10116 coe quello della cupola. 
Fece in Siena ne11a opera del Duomo una üura di Sto. Giov. 
Batt. di bronzo, ma per non csserc satisfatto 1a lascifs imperfetta 
nel braccio rotto dal gomito in giü. 
20"
        

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.